2013

  • TEMPIO Saranno forse stati i sopraggiunti impegni di candidata al Parlamento nelle prossime elezioni politiche a determinare la decisioni di Maura Castagna a non dirigere, da presidente qual è, la prossima seduta del consiglio comunale. All'approssimarsi della riunione consiliare, in programma con ogni probabilità giovedi pomeriggio, la Castagna ha comunicato ai Servizi di segreteria del Comune di non poter nè convocare il Consiglio nè presiederne i lavori. Quantomeno comunque per questa tornata. Resterebbe ferma infatti la sua determinazione a restare in carica nonostante l'annunciato cambiamento di casacca politica col trasloco dal Pd all'Udc e di conseguenza al rispettivo gruppo in consiglio comunale, collocato, com'è noto, all'opposizione all'amministrazione comunale e quindi ai suoi gruppi di sostegno dei quali la Castagna era parte fondante tanto da guadagnarsi, dopo l'esito elettorale, la nomina a presidente del consiglio comunale. A convocare la prossima assemblea e a presiederla sarà pertanto il cosiddetto consigliere anziano, precisamente Tore Garrucciu del Pd, nella qualifica che gli deriva dal numero di preferenze raccolte nelle elezioni comunali e non certo, nel suo caso, dall'età, risultando di fatto il più giovane fra quanti siedono nell'assemblea del Palazzo di Piazza Gallura. (t.b.)

  • di Giuseppe Pulina TEMPIO I primi premi di due sezioni del concorso letterario “Giulio Cossu” andranno in Liguria e Lombardia. Tra tanti autori sardi che si sono ben piazzati nelle sezioni del premio, spuntano i nomi di poeti e scrittori che non vivono in Sardegna. Segno che il buon nome del premio Cossu, di cui ieri si è svolta la premiazione, anche se solo alla seconda edizione, ha ormai oltrepassato i confini dell’isola. E questo grazie anche all'intensa promozione che il presidente dell’Istituto Cossu, Luigi Agus, è riuscito a fare sul web. Altro positivo riscontro del Premio è stata la cornice di pubblico che, nel teatro della Casa del fanciullo, ha reso onore ai vincitori. Dei testi premiati sono stati proposti piccoli saggi di lettura, conditi da passaggi musicali curati dal Coro Gabriel e da Vincenzo Murino, durante la serata condotta da Antonio Masoni. I brani selezionati dalla giuria verranno pubblicati in un’antologia che sarà data alle stampe dalla casa editrice Arkadia. Piccola chicca per gli studiosi, la bibliografia completa di Giulio Cossu. Nel lungo elenco dei vincitori e degli autori “piazzati” figurano nomi più o meno conosciuti. Per la narrativa in gallurese il premio è andato a Francesca Ruiu (Telti) per il brano “La muschitta malignona”. Per la narrativa in italiano i primi tre posti sono stati assegnati al varesino Giovanni Maria Pedrani, Maria Giovanna Murgiano e Alessandro Cuppini. Sempre per questa sezione premio speciale al cagliaritano Antonello Farris. Di Telti è anche la vincitrice della sezione della poesia in gallurese, Quirina Ruiu, che ha preceduto i due tempiesi Nandina Addis e Andrea Muzzeddu. Altro premio speciale all’aggese Francesco Tola. Per la poesia in italiano i primi quattro posti sono stati assegnati nell’ordine alla savonese Rita Muscardin, Virgilio Atz (Pavia), Gesuino Murru e Alberto Cocco (Cagliari). Nella saggistica lasciano i loro nomi negli annali del premio i due studiosi Domenico Branca (Olbia) e Alessandro Pisano (Sassari) per un saggio su Sant’Antonio a Olbia, sulle pratiche festive tra migrazioni e costruzione identitaria.

Città di Tempio Pausania

Comune di Tempio Pausania
Piazza Gallura 3
07029 Tempio Pausania (SS)

 

079 679999
079 631859
 PEC Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Codici IPA Fatturazione Elettronica

P. Iva 00253250906

Social Networks