Notiziario

Lavoras: in arrivo i percorsi formativi nei settori innovativi e digitali

Per informazioni contattare il Centro per l'impiego di Tempio al numero tel. 079 6787128 .

Ospedale Paolo Dettori, dopo le ordinanze dei sindaci dell'Unione incontro a Sassari con il direttore dell'Ats Sardegna Fulvio Moirano

Faccia a faccia mercoledì pomeriggio tra il sindaco Andrea Biancareddu, il presidente dell'Anci Emiliano Deiana, il presidente dell'Unione dei Comuni Alta Gallura Antonio Tirotto, il vice sindaco di Trinità Sebastiano Addis e il direttore dell'Ats Fulvio Moirano dopo lo scontro istituzionale a suon di ordinanze e la richiesta dei sindaci dell'Unione, ignorata, di una visita in città del manager per discutere dell'emergenza sanitaria in corso. Al centro dell'incontro, che si è tenuto nel suo ufficio di Sassari, i problemi dell'Ospedale Paolo Dettori e la chiusura del Reparto di Ginecologia ed Ostetricia che ha scatenato la guerra anche giudiziaria tra i Comuni dell'Alta Gallura e l' Ats Sardegna.

L'incontro, cui ha partecipato anche il direttore dell'Assl di Olbia Antonella Virdis accompagnata da un funzionario, prima di entrare nel vivo e scaldarsi con toni anche accesi sulle assurde modalità di gestione della Sanità in Gallura e del Paolo Dettori che non tengono in considerazione le peculiarità del nostro territorio, è partita con i leitmotiv che da sempre vengono utilizzati per smantellare pezzo per pezzo la sanità in tutta la Sardegna: risparmio e sicurezza. Partenza non gradita dal Sindaco Biancareddu che si è infastidito e ha riportato il confronto sulle questioni fondamentali.

Il Sindaco di Tempio ha sottolineato e ricordato a chi forse lo ha scordato che “L'Ospedale Paolo Dettori rimane un Dea di completamento e che per legge non può essere privato dei servizi presenti al momento in cui gli è stata assegnata questa classificazione”. E forse in virtù di questo rilevante particolare il Direttore generale dell'Ats Sardegna Fulvio Moirano avrebbe detto “Io non chiudo”. Rassicurazioni arrivano anche sul fronte del Reparto di Ginecologia ed Ostetricia . Il reparto riaprirà per il momento solo per interventi chirurgici e non per le nascite. Questo servizio sarà invece riattivato non appena rientrerà l'ultimo ginecologo in malattia o arriverà un altro medico.

Nota positiva dell'incontro che lascia comunque i Sindaci in posizione di difesa è la decisione del direttore generale di creare una commissione mista di sindaci e tecnici che dovrà lavorare al futuro dell'Ospedale Paolo Dettori in attesa di eventuali deroghe ministeriali che potrebbero arrivare per i comuni montani. Nella speranza che alle parole seguano i fatti il Sindaco Biancareddu specifica che “La guardia è sempre alta visto che l'esperienza non ci consente di consegnare la nostra fiducia a chi non se l'è guadagnata. Siamo sempre disposti a tutto perché la salute è un bene primario e non siamo disposti a metterla a rischio”.

Intanto, l'udienza al Tar di mercoledì 6 giugno, fissata per discutere la sospensione dell'ordinanza del Sindaco Andrea Biancareddu per la riapertura del reparto di ginecologia ed ostetricia  è stata rinviata al 20 giugno, quando saranno esaminati anche gli altri ricorsi  di Ats  a seguito della adozione  delle ordinanze degli altri comuni dell'Unione.

 

Partiti i cantieri per la manutenzione delle strade in città, Biancareddu: “ Investiremo oltre 400.000 euro in nuovi manti d'asfalto”

 

Continua a pieno ritmo e senza rallentare l'attività dell'amministrazione nonostante il ritiro delle deleghe assessoriali da parte del Sindaco Andrea Biancareddu. Sono partiti la scorsa settimana e stanno procedendo, interrotti solo dal maltempo, i cantieri per la manutenzione delle strade che interesseranno il centro abitato e le frazioni. Al via l'operazione asfalto che rimetterà a nuovo le vie più trafficate, malconce e pericolose. Saranno investiti oltre 400.000 euro che serviranno a risanare, ripristinare e mettere in sicurezza le pavimentazioni stradali e per dire addio alle buche anche profonde che sono state motivo nel corso degli anni di richieste di risarcimenti danni da parte dei cittadini.

I lavori di manutenzione della rete viaria cittadina non venivano svolti in maniera così estesa e decisiva da molto tempo. Gli interventi interessano oltreché le entrate principali della città come via Limbara, Via Olbia, Via Italia Unita e Via Palau, zone di traffico veicolare e pedonale di forte intensità, anche i parcheggi di via Kolbe, Via Giovanni XXIII, Via Demuro, Via Calabria, Via Sicilia, Via Merano, Via Bari, Via Togliatti, Via Padre Vico, Via Caprera, Via Cannas, Via del Castagneto e Via delle Noci. Per le frazioni è previsto il rifacimento di  Via Pastini a Nuchis e di Via Santa Maria a Bassacutena. Una mappa dei lavori approvata dal Comune che potrà ricomprendere altri interventi da individuarsi, possibili grazie alle risorse risparmiate con i ribassi. Anche la Fonte Nuova verrà rimessa a nuovo attraverso la stesura di un tappeto d'asfalto dal colore più naturale che ricorderà il manto di strada sterrata originario.

“Attraverso questi interventi” spiega il Sindaco Andrea Biancareddu “si garantirà la percorribilità delle zone in sicurezza, l'eliminazione delle situazioni di degrado e dei disagi dei cittadini. Si avrà inoltre il contenimento delle richieste di risarcimenti danni e quindi un importante risparmio. Buche, avvallamenti e quanto costituisca un serio pericolo per auto e pedoni sarà sistemato compatibilmente con le risorse a disposizione, dando la priorità alle zone maggiormente trafficate e a quelle più disastrate e pericolose”.

I cantieri, per evitare problemi di intralcio al traffico, sono partiti in maniera graduale. L'esecuzione e le modalità d'intervento sono coordinate con il Comando di Polizia Locale in modo tale da organizzare correttamente il flusso alternativo dei veicoli durante i lavori di asfaltatura che termineranno presumibilmente entro il mese di luglio.

Carte d'identità elettroniche difettose in tutta Italia, una circolare del Ministero dell'Interno prevede la sostituzione gratuita

 

 

Il Ministero dell'Interno ha diramato la circolare n. 9/2018 in cui rende noto a tutti i comuni italiani che l'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, in seguito ad una verifica dei propri processori di produzione, ha rilevato un difetto nel chip di alcune carte d'identità elettroniche emesse nei mesi scorsi. In particolare sono difettose, a livello nazionale, 299.400 CIE valide per l'espatrio e 46. 875 CIE non valide, rilasciate nel periodo tra ottobre 2017 e febbraio 2018, che contengono nel chip interno una data di emissione diversa da quella stampata sul fronte del documento. Il difetto è irrilevante per l'utilizzo della CIE quale documento d'identità fisica e digitale, ma può generare problemi qualora il documento, in sede di controllo elettronico, venga utilizzato per l'espatrio.

Il cittadino può rivolgersi allo sportello comunale dei Servizi Demografici per verificare lo stato della propria CIE e, nel caso, ottenere il rilascio gratuito di un nuovo documento che sostituisce il precedente riconsegnando all'ufficio competente la CIE difettosa.

Nei prossimi giorni i cittadini del Comune di Tempio eventualmente interessati riceveranno a casa una nota dell'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A.

Sul sito dedicato www.cartaidentita.interno.gov.it è stato attivato un apposito servizio denominato “Verifica CIE” dove verificare in tempo reale – inserendo codice fiscale e numero di serie della C.I.E. – se quella posseduta rientri tra quelle che presentano il difetto.

Al fine di ridurre al minimo il rischio di inconvenienti e disagi alle Frontiere, alle Autorità di Frontiera nazionali ed estere sono già stati comunicati i numeri delle CIE difettose evidenziando l'assoluta validità delle stesse quali documenti di identità e viaggio.

 

Avviso ai contribuenti: scade il 18 giugno 2018 la prima rata dell'Imu e della Tasi

 

 

 

Si comunica che in data 18/06/2018 scade il termine per il pagamento della prima rata dell’IMU e della TASI. Le aliquote sono invariate rispetto al 2017.

L’acconto di giugno sarà uguale al 50% dell’imposta dovuta; è possibile anche il versamento dell’intero importo dovuto in un’unica soluzione entro il 18.6.2018.

Nel Portale del comune – area tematica tributi – sono disponibili le informazioni circa le aliquote applicate, le modalità di calcolo e la procedura di calcolo on line dell'IMU e della Tasi, con stampa del modello F 24.

Siti Tematici

  • Servizio Civile Nazionale
  • SUAP
  • Comunas
  • Museo Bernardo De Muro
  • 1
  • 2

Seguici sui social network

  • seguici su Facebook
  • seguici su Twitter
  • seguici su YouTube
  • 1

Città di Tempio Pausania

Comune di Tempio Pausania
Piazza Gallura 3
07029 Tempio Pausania (SS)

 

079 679999
079 631859
 PEC Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Codici IPA Fatturazione Elettronica

P. Iva 00253250906

Social Networks