Notiziario

Canile, terminati ad agosto i lavori. Dopo il sopralluogo dei Servizi Veterinari ultimi interventi prima della gara per la gestione

 

 

 

“I lavori del nuovo canile di Padulo, iniziati il 9 aprile 2017 sono terminati ad agosto dello stesso anno. Presto si procederà alla gara per l'attivazione del servizio e la gestione della struttura. Non è stato possibile nell'immediatezza poiché, a seguito del sopralluogo effettuato con il responsabile dei servizi veterinari dell'ATS Sardegna, è necessario effettuare alcuni interventi e provvedere all'arredamento di alcuni locali da destinare alle attività di controllo del servizio veterinario stesso”. A raccontarlo è l'assessore Francesco Quargnenti che ne approfitta anche per fare una breve cronistoria sui lavori che hanno interessato la struttura.

“Il canile sanitario realizzato nel 2009 durante l'amministrazione Pintus doveva essere completato con la realizzazione del canile rifugio. Lavori di completamento che negli anni 2010-2014 hanno subito uno stop piuttosto lungo. Durante l'amministrazione Frediani è stato infatti deciso di cambiare il progetto dell'amministrazione Pintus ed è stata individuata una nuova area per la realizzazione dello stesso” prosegue l'assessore Quargnenti “Vorrei sottolineare che al momento dell'insediamento della giunta Biancareddu questa nuova area non era ancora stata acquisita. Durante l'amministrazione Biancareddu si è dunque trovato l'accordo con il proprietario dell'area individuata, sono stati affidati i lavori, che, dopo il perfezionamento dell'acquisizione del terreno privato, sono stati completati ad agosto”.

“ Il Sindaco Andrea Biancareddu è concentrato al massimo nella realizzazione degli obiettivi del suo mandato e nella risoluzione di diversi problemi che interessano la città” sottolinea ancora l'Assessore Quargnenti “ Ha deciso di non entrare più in polemiche politiche e di ogni genere che finora non hanno fatto bene alla città e ci tiene a ringraziare chi, attraverso segnalazioni e proposte, sta dando un contributo al lavoro dell'amministrazione”.

 

Bando programmazione animazione territoriale 2018: incontro venerdì 20 aprile

 

 

Si rende noto che in data  20 aprile ore 12.00 presso il Salone di Rappresentanza del Comune e al primo  piano, si terrà un incontro per fornire indicazioni operative tese ad agevolare la compilazione delle  istanze/schede progettuali predisposte dal Comune di Tempio Pausania nell'ambito del Bando rivolto alle Associazioni Culturali, Ricreative, Sociali e Sportive per la programmazione dell'animazione territoriale anno 2018.

Si ricorda, agli interessati, che la scadenza per la presentazione delle istanze è stata fissata al 4 maggio 2018 ore 13:00.  Le informazioni in merito al presente avviso potranno essere richieste al RdP Dr.ssa Patrizia Serra, Settore Servizi alla Persona ed alle Imprese, Servizio Cultura Sport Turismo e Manifestazioni, tel. /fax 079679972,  email:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..; oppure al Responsabile del Servizio Dr.Giovanni Usai tel. 079679931, email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Direttive sull'occupazione di suolo pubblico per pubblici esercizi: incontro giovedì 19 aprile

L'Amministrazione Comunale, nell'ambito del progetto di Rigenerazione  urbana per uno sviluppo sostenibile della Città, intende incontrare gli imprenditori tempiesi, gestori di pubblici esercizi,  nell'incontro del 19 Aprile presso il Salone rappresentanza del Palazzo Comunale, alle ore 18:30. "L'incontro" sottolinea il Sindaco Andrea Biancareddu che ha convocato lo stesso di concerto con l'Assessore Gianni Addis "ha come obiettivo la presentazione delle Direttive in oggetto che permetterà gli esercenti di ottenere lo spazio pubblico al fine della somministrazione negli spazi esterni, nelle more dell'adozione del Regolamento. Durante l'incontro verranno illustrate le schede tecniche redatte dal laboratorio di Rigenerazione  urbana, aventi ad oggetto le tipologie di allestimento ammissibile negli spazi concessi. In considerazione dell'importanza dell'iniziativa, si confida nella  più ampia partecipazione".

Servizi Sociali, il Sindaco ringrazia i beneficiari del Reis per la preziosa attività svolta in città

 

 

 

 

Alcuni si sono occupati del verde e del decoro urbano. Altri hanno svolto un servizio di sorveglianza nelle scuole. Qualcuno si è dedicato alle piccole manutenzioni a strutture ed edifici pubblici. Altri ancora sono stati ospitati in aziende per fare dei tirocini formativi oppure hanno frequentato dei corsi di formazione. Sono i beneficiari della misura Reis del Comune di Tempio, il reddito di inclusione introdotto con legge regionale nel 2016, erogato per il 2017 in denaro - da un minimo di 200 a un massimo di 500 euro mensili.

Circa 126 persone, uomini e donne, hanno condiviso un progetto personalizzato ed hanno prestato a beneficio della collettività la propria attività. Un assegno mensile percepito in cambio di una serie di "doveri", un aiuto restituito alla città. Il Sindaco Andrea Biancareddu li ha convocati tutti nel Salone di Rappresentanza, insieme allo staff dei Servizi Sociali guidato dalla Dirigente Piera Lucia Sotgiu, per ringraziarli personalmente della preziosa attività svolta che non è passata di certo inosservata. Ringraziamento esteso anche alle cooperative che hanno seguito i beneficiari con professionalità e disponibilità.

“ Vi voglio ringraziare per il vostro contributo ed impegno” ha sottolineato il Sindaco Biancareddu “ Speriamo di poter fornire, attraverso la regione e con il Reis, un intervento stabile che possa aiutarvi sino al superamento di questo momento di difficoltà”. Biancareddu non ha mancato di ricordare in questa occasione anche la sua posizione ed interpretazione che ha portato, dopo alcune interlocuzioni, all'avvio immediato del programma e all'erogazione del contributo nonostante il differimento dell'avvio dei progetti.

Cinque mesi è durato il periodo di fruizione della misura che si è chiuso lo scorso dicembre. Centoventisei mila euro i fondi impegnati. Questi i dati riassuntivi che riguardano i cittadini beneficiari individuati e inseriti nella graduatoria definitiva del primo bando. A breve partirà la misura anche per altri 40 beneficiari inseriti nella graduatoria del secondo bando.

La nuova filosofia sperimentale di gestione dei fondi per costruire percorsi finalizzati al superamento della temporanea condizione di difficoltà e di esclusione sociale e lavorativa potrebbe essere replicata dalla Regione anche per quest'anno. Ancora non si hanno però notizie certe. La misura istituita con legge regionale era integrativa e complementare rispetto al Sostegno di Inclusione Attiva (S.I.A), misura istituita invece a livello nazionale.

E' possibile attualmente effettuare la domanda per il Rei che andrà a sostituire il Sostegno all'inclusione attiva (Sia) e diventerà così lo strumento unico nazionale di contrasto alla povertà e all’esclusione sociale e riguarda i nuclei familiari che, al momento della presentazione della richiesta e per tutta la durata dell’erogazione del beneficio, siano in possesso di specifici requisiti relativi alla residenza ed al soggiorno, alla composizione del nucleo familiare, nonché di ulteriori requisiti concernenti la condizione economica del nucleo familiare del richiedente. Il Servizio Sociale ha sottolineato che tale tipo di aiuto viene gestito direttamente dall'Inps e che il Comune si occupa nella prima fase solo del caricamento dei dati, forniti da chi effettua la domanda, nella piattaforma informatica non potendo pertanto in alcun modo influire o meno nell'accoglimento o nel diniego della stessa e nell'individuazione della misura del contributo.

 

 

Operativa in città la Garante dei Detenuti: incarico affidato dal Sindaco all'avvocato Edvige Baldino

 

Anche la Gallura ha il suo Garante dei diritti dei Detenuti e delle persone private della libertà personale. Il Comune di Tempio ha voluto essere uno dei primi e dei pochi in Italia a dare attuazione alle direttive, innanzitutto comunitarie, che ne prevedono la nomina sia a livello nazionale che territoriale. Un incarico delicato e di fondamentale importanza per la tutela dei diritti umani che il Sindaco di Tempio ha deciso di affidare all'avvocato del Foro di Tempio Edvige Baldino che lo ricoprirà  a titolo gratuito per cinque anni.

“Abbiamo ritenuto di fondamentale importanza che il nostro territorio ed in particolare la città di Tempio, la prima in Italia che ha deciso di promuovere e sperimentare pratiche riparative ad ampio raggio, avesse una figura di riferimento per la tutela dei diritti dei detenuti” spiega il Sindaco di Tempio Andrea Biancareddu “ in grado di aiutare non soltanto quelli che vengono ospitati nel carcere di Nuchis”.

 

Compito del Garante è quello di vigilare affinché l'esecuzione della custodia dei detenuti, degli internati, dei soggetti sottoposti a custodia cautelare in carcere o ad altre forme di limitazione della libertà personale, sia attuata in conformità alle norme e ai principi stabiliti dalla Costituzione, dalle convenzioni internazionali sui diritti umani ratificate dall'Italia, dalle leggi dello Stato e dai regolamenti. A tal fine previa redazione dei relativi protocolli di intesa, può visitare gli istituti penitenziari, gli ospedali psichiatrici giudiziari e le strutture sanitarie destinate ad accogliere le persone sottoposte a misure di sicurezza detentive, le comunità terapeutiche e di accoglienza o comunque le strutture pubbliche e private dove si trovano persone sottoposte a misure alternative alla detenzione, nonché le camere di sicurezza delle forze di polizia. In tali luoghi può effettuare colloqui con i detenuti o privati della libertà. Altri compiti riguardano la promozione e l'esercizio dei diritti e delle opportunità di partecipazione alla vita civile e sociale e di fruizione dei servizi comunale di tali soggetti ed iniziative e momenti di sensibilizzazione pubblica sul tema dei diritti delle persone private della libertà personale e della umanizzazione della pena detentiva”.

 

“La presenza nel territorio, non soltanto comunale, del Garante dei diritti dei detenuti e delle persone private della libertà, è di fondamentale importanza anche in funzione del sostegno che può fornire alle famiglie di tali soggetti” racconta la Garante Edvige Baldino “Ciò a prescindere dal fatto che il parente sia detenuto nel carcere di Tempio (Nuchis) o in altre carceri dell'isola o del continente, poiché grazie alla rete dei garanti territoriali e alla presenza del Garante Nazionale, è possibile interagire e comunicare con tutti gli istituti regionali e nazionali”. Spiega ancora l'avvocato Edvige Baldino “Al riguardo occorre sottolineare che il disagio dei familiari dei detenuti "galluresi" è dovuto in particolar modo al fatto che l'attuale carcere di Nuchis, dopo la chiusura della storica "Rotonda" che era Casa Circondariale, è stato trasformato in corso d'opera in Casa di Reclusione per ospitare quasi esclusivamente detenuti di alta sicurezza (AS3) provenienti dal sud Italia. In sostanza i detenuti sardi e in particolare della Gallura e i condannati con sentenze emesse dal Tribunale di Tempio o i soggetti in custodia cautelare in attesa di giudizio presso il nostro Tribunale, non possono essere ospitati presso il carcere di Tempio, ma vengono "smistati" negli altri istituti sardi, con grave disagio, oltre che per gli stessi detenuti allontanati dalle famiglie, per i familiari, per gli operatori penitenziari e giudiziari (avvocati e magistrati spesso costretti a recarsi presso i vari istituti). Oltre al denaro e alle risorse pubbliche utilizzate di volta in volta per il trasferimento dei detenuti presso il Tribunale di Tempio. Il nuovo carcere di Nuchis doveva essere come quello di Bancali (Sassari) in parte casa circondariale e in parte casa di reclusione per l'alta sicurezza” conclude l'avvocato Baldino “ ma come spesso avviene nelle "pubbliche promesse" è stato distrutto quello che già esisteva”.

Il Garante riceve presso il Comune di Tempio, stanza n.8, primo piano del Palazzo municipale, anche su appuntamento ogni giovedì, telefonando al numero 079/679963 , dalle 16.00 alle 18.00.

 

Siti Tematici

  • Servizio Civile Nazionale
  • SUAP
  • Comunas
  • Museo Bernardo De Muro
  • 1
  • 2

Seguici sui social network

  • seguici su Facebook
  • seguici su Twitter
  • seguici su YouTube
  • 1

Città di Tempio Pausania

Comune di Tempio Pausania
Piazza Gallura 3
07029 Tempio Pausania (SS)

 

079 679999
079 631859
 PEC Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Codici IPA Fatturazione Elettronica

P. Iva 00253250906

Social Networks