"Il Maggio dei libri": presentazione del libro "Le Banditesse - Storie di donne fuorilegge in Sardegna"

 

 

 

Tre ritratti di banditesse sarde vissute in diverse epoche storiche.

Donna Lucia Delitala (Nulvi - Settecento): a capo di un ‘esercito’ personale imperversò nel nord Sardegna con stragi e razzie. Mai catturata, sparì improvvisamente nel nulla. Ma prima che la sua scomparsa diventasse leggenda ne trovarono il corpo arso nell’incendio di una sua casa, abbracciato stretto a quello di un uomo del quale non si seppe mai niente.

Maria Antonia Serra-Sanna (Nùoro - Ottocento): detta Sa reina (‘La regina’) per il potere di morte e malefatte esercitato assieme ai fratelli latitanti, Elias e Giacomo. Nel 1899 è condannata a 20 anni di carcere. Recita la sentenza: «Triste figura di donna dal cuore perverso quanto i suoi fratelli, crudele con le vittime, eccitatrice e consigliera con ogni modo possibile dei banditi».

Paska Devaddis (Orgòsolo - Novecento): indicata fra gli assassini di Antonio Succu  nell’ambito della faida (disamistade) che insanguinò dal 1905 al 1917 il paese di Orgòsolo, si diede alla latitanza e morirà di tisi a 25 anni, in una grotta del Supramonte, assistita dal fidanzato e dai banditi. Fu trovata sul tavolo di casa, vestita con il costume della festa.

You have no rights to post comments

Città di Tempio Pausania

Comune di Tempio Pausania
Piazza Gallura 3
07029 Tempio Pausania (SS)

 

079 679999
079 631859
 PEC Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Codici IPA Fatturazione Elettronica

P. Iva 00253250906

Social Networks